Discoverland live @ Il Chiosco – Padova, 30 Luglio 2013

0
1142

Lo so, me ne rendo conto. Una recensione a più di una settimana dal concerto è vergognosa. Ma è estate, fa caldo, etc etc, le solite cose insomma. Così è (se vi pare) diceva Pirandello.

A volte hai la fortuna di trovare uno dei tuoi locali preferiti a due minuti da casa. Il Chiosco di Padova è un posto stupendo (serate tamarre a parte), il luogo ideale dove godersi un concerto estivo. Poi mettici due cantautori della scuola romana di oggi, tra i più pregevoli in circolazione anzi, falli sedere con un paio di chitarre e metti intorno a loro qualche candela, convinci (insistentemente) un amico a venire con te, ordina un paio di birre per rinfrescarti e la serata è perfetta.

photo

I gruppi cover non mi piacciono per nulla, mi hanno stufato. Roberto Angelini e Pier Cortese però posso permettersi tutto, anche di portare avanti un progetto di sole cover. Negli anni hanno dimostrato di saper scrivere e suonare. E bene. Discoverland è il loro nuovo progetto, dove propongono pezzi classici della canzone d’autore (ok, non sempre d’autore) italiana ed internazionale riarrangiati completamente. I due non sono nuovi a progetti del genere, in tempi non sospetti Pier Cortese ha condotto “Stelle e Padelle” una trasmissione tv in cui si faceva ospitare a cena da colleghi musicisti e stravolgeva a modo suo i loro pezzi più conosciuti.

Discoverland è un circo, in cui i presentatori Angelini e Cortese raccontano di collaborazioni fantastiche (nel senso di fantasia) tra musicisti e fanno incontrare De Andrè e Ben Harper, James Brown e Battisti, Bob Marley e Depeche Mode, Bjork e Kings of Convenience come se fossero amici da sempre, come se nulla fosse, con una maestria della madonna. A suonare però non sono solo in due. Mr Coffee al mixer è davvero lo strumento in più. I suoni sono pazzeschi, in Joga dimostra tutta la sua capacità rendendo favoloso un pezzo già bello.

Bob (immenso chitarrista) beve una grappa di troppo e confonde Paolo Conte con Dalla, ma alla Lap Steel riesce a dare il meglio di sé. Pier si diverte con i suoni dell’iPad e la sua voce soffice diventa perfetta per il posto. Le versioni di Via con me  e La guerra di Piero sono stupende (come se già non lo fossero gli originali..), quasi commuovono e da sole valgono l’intero concerto.

Le stronzate che i due sparano tra un pezzo e l’altro fanno capire che insieme se la godono proprio. Mi rammarica solo pensare che il circo di Discoverland non durerà molto, qualche spettacolo e via. I circensi sono girovaghi, a loro piace cambiare, provare, sperimentare progetti nuovi.

A consolarmi però, la certezza che quando torneranno a casa, Bob e Pier indosseranno di nuovo i vestiti da cantautori e incideranno grandi pezzi di musica italiana come fanno ormai da qualche anno.

Quando: Martedì 30 luglio 2013

Dove: Il Chiosco – Padova. Locale stupendo, sicuramente tra i migliori della zona, perfetto per i concerti estivi. Belle luci, bei colori, bella gente, buona birra.

Scaletta:
– Via con me
– I’m on fire / Hey Jude
– Joga
– Get up stand up (Daje, svejate) / Personal Jesus
– Sfiorivano le viole
– I feel good / Insieme a te sto bene
– Music
– La guerra di Piero / Power of the gospel
– Monna Lisa
Bis non bis
– Ken il guerriero
Bis del bis
– Wonderwall


Enrico Grando