Le 10 migliori copertine illustrate

0
1570

Qualche giorno fa, in un momento di noia a casa, stavo scorrendo con il news feed di Facebook senza prestare la minima attenzione a ciò che trovavo (lo facciamo tutti, dai), quando a un certo punto.. bam! Ecco l’immagine del giorno, del mese, forse dell’anno. Un’illustrazione del disegnatore super cinico Joan Cornellà, geniale come sempre. Questa volta però la sua illustrazione è per la copertina del nuovo disco dei Wilco. Doppia notiziona quindi!

Ecco, scopro quindi che ogni tanto sfogliare svogliatamente il news feed di Facebook può rendermi contento e decido di preparare la classifica dei 10 dischi con le migliori illustrazioni in copertina.

#10 ALTRO – ASPETTO
L’hardcore degli Altro non mi ha mai fatto impazzire, ma i disegni di Baronciani (cantante e chitarrista) stanno facendo scuola nell’indie italiano. Tutte le copertine del gruppo sono sue. Scelgo Aspetto, forse solo perché la coda di cavallo mi è sempre piaciuta.
Illustratore: Alessandro Baronciani

altro aspetto copertina

#9 LUCIO BATTISTI – L’APPARENZA
Lo riconosco, sicuramente questa copertina non è all’altezza delle altre illustrazioni di questa classifica, ma ricordo ancora quando ho visto l’LP de L’Apparenza sulla libreria di mia zia. Metto su il disco ed è subito illuminazione! Scopro un Battisti completamente diverso da quello che conoscevo e me ne innamoro immediatamente. Lasciati i classiconi di Mogol, abbraccia i testi e la sperimentazione di Pasquale Panella. Surreale tutto, anche la copertina.
Illustratore: Lucio Battisti

lucio battisti l'apparenza copertina

#8 ALBEDO – LEZIONI DI ANATOMIA
Lezioni Di Anatomia è un concept album in cui gli Albedo raccontano storie ed emozioni attraverso gli organi del corpo umano: i pezzi si chiamano Cuore, Fegato, Dita, Polmoni, etc. Per godersi la stupenda illustrazione in copertina però, servono solo gli occhi.
Illustratore: Erbalupina

albedo lezioni di anatomia

#7 BIG BROTHER AND THE HOLDING COMPANY – CHEAP THRILLS
Uno dei dischi più importanti del rock psichedelico di sempre. I Big Brother and The Holding Company erano il gruppo di Janis Joplin per intenderci e in Cheap Thrills ci sono pezzi come Summertime e Piece Of My Heart. Per la copertina, non potevano che chiamare un fumettista altrettanto psichedelico.
Illustratore: Robert Crumb

Big Brother and the Holding Company cheap thrills copertina

#6 BON IVER – BON IVER, BON IVER
Qui cambiamo completamente genere. Nessuna illustrazione a fumetti ma uno stupendo quadro impressionista tridimensionale di Gregory Euclide.
Bellezza assoluta per la cover del secondo album dei Bon Iver.
Illustratore: Gregory Euclide

Bon Iver Bon Iver copertina

#5 CULIDURI – CUL-TURA
Chi segue Dirty Little Review conosce il mio feticismo per i Culiduri (intendo il gruppo eh).
Sembra che ultimamente il Conte, il Signorino e il Disagio si siano un po’ persi per strada, ma io spero sempre nel loro ritorno.
Al di là di amicizie e feticismi, questa copertina mi piace un sacco.
Illustratore: Marina Patarnello

CULIDURI - cul-tura

#4 SONIC YOUTH – GOO
Si potrebbe scrivere un libro intero su questa copertina, la storia che rivela è piuttosto cruda: Ian Brady e Mira Hindley erano due assassini inglesi che negli anni ’60 uccisero 5 ragazzi seppellendo poi i corpi nella campagna di Manchester (Moors Murders). Per la cover di Goo, l’illustratore Raymond Pettibon prese spunto proprio da questa storia e da una foto che ritraeva Maureen (sorella dell’assassina) e il marito David Smiths mentre stavano andando a testimoniare al processo.
La Geffen Records, l’etichetta discografica dei Sonic Youth, era contraria all’uso di questa immagine. Il gruppo però ebbe la meglio e l’illustrazione di Pettibon divenne una delle copertine più famose del rock, tanto da ispirare numerose parodie.
“I stole my sister’s boyfriend. It was all whirlwind, heat and flash. Within a week we killed my parents and hit the road.”
Illustratore: Raymond Pettibon

sonic youth goo copertina

#3 WILCO – SHMILCO
Se siete dei puri di cuore, non guardate mai un’illustrazione di Cornellà. Io lo trovo geniale, probabilmente non sono molto puro di cuore.
Illustratore: Joan Cornellà

wilco joan cornella

#2 BLUR – THE BEST OF
Beh, questa è addirittura esposta al National Portrait Gallery di Londra!
Fenomeno pop (e i Blur sono sempre i Blur).
Illustratore: Julian Opie

blur best of

#1 THE VELVET UNDERGROUND – THE VELVET UNDERGROUND AND NICO
Qui siamo oltre ad ogni paragone. I Velvet Underground hanno scomodato perfino Andy Warhol e si può pure sbucciare la banana. Non può che essere la numero 1 quindi.
Disco tra i migliori della storia del rock.
Illustratore: Andy Warhol

the-velvet-underground-and-nico-copertina


Enrico Grando