Piove Saudade – Santa Chuva di Marcelo Camelo

0
1257

Marcelo Camelo - Santa ChuvaNegli interminabili giorni di pioggia che hanno annacquato questo autunno, ho rivissuto una piccola epifania chiamata Irlanda. E, sebbene non ci sia nulla di più distante dalla terra dei folletti del calore, dell’allegria ed eccessi brasiliani, l’associazione è stata tanto assurda quanto immediata: Dublino e Marcelo Camelo, un sodalizio per me iniziato ormai più di tre anni fa nella goliardica Eire letteralmente “colonizzata” da Brasiliani che sfruttano questo varco aperto verso l’Europa tutta, salvo poi fermarsi nella piccola isola verde.

Di Marcelo in tutta onestà so molto poco, fluminense di origine, musicista per vocazione, scelta e chissà per quale altro motivo, era voce e chitarra per Los Hermanos, un gruppo rock alternativo di fine anni ‘90, e non proseguirò oltre per non rendermi ridicola nello scrivere di argomenti a me ignoti. Una cosa la posso fare però, ed è qui di seguito. Santa Chuva è un pezzo così struggente e il portoghese lo rende ancora più “strisciato”, ma la tentazione di dargli una veste italiana è stata davvero forte.

E così ho ceduto alla saudade.
Godetevi la pioggia. 

Vai chover de novo, deu na TV
Que o povo já se cansou de tanto o céu desabar
E pede a um santo daqui que reze ajuda de Deus
Mas nada pode fazer se a chuva quer é trazer você pra mim
Vem cá que ta me dando uma vontade de chorar
Não faz assim, não vá pra lá
Meu coração vai se entregar à tempestade
Quem é você pra me chamar aqui se nada aconteceu?
Me diz, foi só amor ou medo de ficar sozinho outra vez?
Cadê aquela outra mulher? Você me parecia tão bem!
A chuva já passou por aqui, eu mesma que cuidei de secar
Quem foi que te ensinou a rezar?
Que santo vai brigar por você?
Que povo aprova o que você fez?
Devolve aquela minha TV que eu vou de vez
Não há porque chorar por um amor que já morreu
Deixa pra lá, eu vou, adeus
Meu coração já se cansou de falsidade

 

Pioverà di nuovo, dicono in TV
Che la gente è stanca di tanta pioggia
E chiede a un santo che interceda per avere aiuto da Dio
Ma non può fare nulla se la pioggia vuole portarti da me
Vieni qui, che mi sta venendo voglia di piangere
Non farlo, non andartene
Il mio cuore si consegnerà alla tempesta
Chi sei tu per chiamarmi qui se nulla è accaduto?
Dimmi, fu solo amore o paura di restare solo ancora?
Dove si trova quella donna?
Mi sembravi quella giusta
La pioggia che passò di qui, la stessa che mi curai di asciugare
Chi ti ha insegnato a pregare?
Quale santo combatterà per te?
Chi approverà ciò che hai fatto?
Ridammi la tv che me ne vado,
Non si può piangere per un amore già morto
Lascia stare, me ne vado via
Il mio cuore è già stanco di falsità


Giulia Astolfi