Nirvana – Nevermind

0
1230

Non potevo scegliere nessun altro disco come primo post.
Nevermind è stata la mia prima sberla rock! 16 anni, capelli lunghi, chitarre distorte (un po’ scordate anche), amplificatori sempre troppo poco potenti perché quelli seri costavano troppo, e via nella taverna del batterista a fare i fighi! Ci riusciva anche abbastanza bene tutto sommato.
Tutto ciò che ho ascoltato dopo è sempre stato ed è ancora influenzato dai Nirvana e da questo disco.

Cobain, Grohl e Novoselic hanno fatto un gran lavoro quella volta. Grandi classici e masterpiece del grunge tutti in un unico album. Pezzi come Smells Like Teen SpiritLithiumCome As You Are non possono non piacere. Poi Breed, Polly Something In The Way, così diversi tra loro ma così perfettamente inseriti nel disco.

Ah, poi se ti dimentichi lo stereo acceso scopri che 10 minuti dopo la fine dell’ultima traccia c’è anche Endless, Nameless, una bonus track. Di certo non un gran pezzone. Un puro sfogo della band che fa comunque sempre figo.
Va beh, sarò di parte, ma Nevermind non può assolutamente mancare. Compratelo, scaricatelo, masterizzatelo, ma abbiatelo!

Come ascoltarlo: Quando sei un po’ giù e incazzato con il mondo, chiuditi in camera e alza per bene il volume. Di certo non ti farà stare meglio, ma cazzo come ti fa sfogare!

Pezzoni: Smells Like Teen Spirit, In Bloom

Soul mates: I primi Pearl Jam, Soundgarden, Alice In Chains

Anno: 1991

SHARE
Next articleUkulele Songs – Eddie Vedder
Spendo ancora molti soldi per comprare dischi. Non per scelta etica. Penso solo che ascoltare un pezzo dal suo album originale, magari sfogliandone il booklet, lo valorizzi di più. E poi una ricca collezione di dischi fa sempre la sua porca figura. In Dirty Little Review provo a dare il mio giudizio su dischi e concerti. Chi non sa fare, critica.