I 10 migliori dischi italiani del 2016

0
319

Fine anno, tempo di classifiche!
Ognuno sembra voler dire la sua sui migliori dischi dell’anno e Dirty Little Review non è da meno.

Laidis en gentelmen, ecco la classifica dei 10 migliori album italiani di questo maledetto 2016.

#10 Dagger Moth – Silk Around The Marrow
L’ho già dichiarato più volte su questo sito, sono follemente innamorato di Dagger Moth. Al di là del suo fascino, il suo nuovo lavoro Silk Around The Marrow, resta tra le cose più sottovalutate di quest’anno.

#9 Sorge – La Guerra Di Domani
Emidio Mimì Clementi ha fatto la storia del rock italiano. Messi da parte (momentaneamente spero) i suoi Massimo Volume, ora ci riprova con i Sorge, nuovo progetto messo in piedi insieme a Marco Caldera, tecnico del suono dei Massimo Volume.

#8 Spartiti – Austerità
Anche Max Collini ha un nuovo progetto, dopo la tristissima fine degli Offlaga Disco Pax (tra le migliori realtà italiane di sempre), ha chiamato l’amico Jukka Reverberi (Giardini Di Mirò) per portare avanti insieme il progetto Spartiti.

#7 Jolly Mare – Mechanics
La migliore nuova scoperta, almeno per me. Dentro a Mechanics, Jolly Mare ha messo tutto ciò che più mi piace ultimamente.

#6 Niccolò Fabi – Una Somme Di Piccole Cose
Forse non è il miglior lavoro di Niccolò Fabi, ma resta sempre tra i migliori cantautori italiani in circolazione.

#5 Marlene Kuntz – Lunga Attesa
I MK sono una certezza. Tra celebrazioni e tour pazzeschi, quest’anno hanno avuto il tempo di pubblicare un altro super disco.

#4 Afterhours – Folfiri o Folfox
Va beh, ora tutti conoscono Manuel Agnelli, quindi è troppo semplice. Folfiri o Folfox è un disco bello pesante, che ho consumato appena uscito. Gli Afterhours rimangono il migliore gruppo rock italiano del momento.

#3 Salmo – Hellvisback
Non sono mai stato un grande fan del rap, ma Salmo e il suo Hellvisback mi hanno completamente fulminato.

#2 Giorgio Canali e Rossofuoco – Perle Per Porci
Oltre a essere intoccabile per definizione, il vecchio Giorgio Canali ha reso omaggio come solo lui sa fare a grandi artisti italiani. Ha pescato delle perle dal passato più o meno recente che erano state dato in pasto a porci (noi) per ridare loro nuova dignità.

#1 Motta – La Fine Dei Vent’Anni
Francesco Motta quest’anno ha sbancato: il suo La Fine Dei Vent’Anni è tra i migliori dischi di tutte le classifiche. Se già con i Criminal Jokers stava lavorando bene, grazie a un’ottima produzione e promozione il suo primo lavoro solista l’ha consacrato tra i grandi dell’indie rock italiano.


Enrico Grando