Culiduri – Ci Hanno Rubato Il Disagio EP

0
1239

CuliduriLa prima colazione è il pasto più importante della giornata, contribuisce al 20% del fabbisogno energetico giornaliero.
Sono due giorni in cui il mio 20% di fabbisogno energetico giornaliero è composto da:

  • 9% – Latte, cereali, biscotti integrali, fette biscottate integrali, marmellata di frutti di bosco, albicocche
  • 11% – Culiduri

Da tempo aspettavo con ansia (non è vero ma va bene lo stesso) di sentire qualcosa di ‘sti Culiduri. Sono mesi che Andrea aka Il Disagio posta in Twitter/Facebook/Tumblr contenuti da hipster (se lo legge ora si offende, ma ormai l’ho scritto) creando attesa per il loro primo EP. E ne è valsa la pena direi. Ok, 2/3 di loro sono amici, non posso essere oggettivo, ma chissenefrega alla fine, no?

Batteria, basso e voce, Ci Hanno Rubato Il Disagio EP è una botta di 9 minuti e 32. Solo 5 pezzi, il più lungo dura 2.33 minuti. 5 pezzi one shot quindi. Ale aka Il Signorino, il bassista, mi spiegava che i Culiduri si amano o si odiano (o qualcosa del genere). Se un loro pezzo ti piace, è proprio perché dura un attimo e via, se ti fa schifo, devi sopportare al massimo 2 minuti e mezzo ed è finito, l’eventuale sofferenza dura poco quindi. Non c’è nessuna chitarra, ma Il Signorino è maestro di effetti al basso e non ne fa sentire la mancanza. Il Disagio batte sulle pelli come un dannato e Il Conte urla (bene) il suo sfogo al microfono. Bravi Culiduri, ora voglio sentirvi live e decidere se godere o soffrire per pochi minuti.

Va beh, direi che chiudo qui questa recensione. Di certo non posso farla durare più dell’EP dei Culiduri.

Potete scaricare gratis l’EP direttamente qui. Oppure ascoltatelo dal player qui sotto.

Come ascoltarlo: Beh, rigorosamente a colazione.

Pezzoni: Tonietta, Finestre

Anno: 2013


Enrico Grando